Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!  (Letto 18748 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Post: 3323
  • Reputazione: +214/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #15 il: Agosto 09, 2016, 03:07:19 pm »
.....
In realtà si narra di un eccentrico anticonformista ....

Appunto.... ;)

Vittorio
« Ultima modifica: Agosto 09, 2016, 03:09:50 pm by Vittorio »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini") - Dahon Espresso D24 ex Boccia

Offline Alessio1973

  • iniziato
  • *
  • Post: 38
  • Reputazione: +0/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #16 il: Agosto 09, 2016, 03:11:50 pm »
Naturalmente scherzavo con la storia della lobby, anche nella mia ignoranza avevo già capito che la Brompton era una spanna sopra le altre e ideale per le mie esigenze.
Però ripeto, io a parte che hanno 2 ruote e bisogna pedalare, non so niente di bici in generale!  :-[
Quindi penso sia normale essere intimoriti dal prezzo al primo approccio e cercare di capire se esista un'alternativa valida.

Per quanto riguarda i treni, non sono eccessivamente affollati, però non ho capito una cosa: anche sul topic dei pendolari, non ho visto neppure una foto di bici posizionate sulla rastrelliera sopra i sedili passeggeri, che era il primo posto a cui avevo pensato!
Significa che non c'entrano oppure è pericoloso per eventuali cadute?

Dahon Vitesse I7 black and white

Offline sbatta

  • maestro
  • ****
  • Post: 269
  • Reputazione: +24/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #17 il: Agosto 09, 2016, 03:41:06 pm »
Ciao, sulla rastrelliera una pieghevole da 20 non ci sta, e comunque resta un bello sforzo metterla, soprattutto se i posti sono occupati.

Io con una Olmo wave, bici da 20 grandicella ma piuttosto "sottile" da piegata (30 cm) mi sono sempre trovato bene sui treni mediamente affollati (io non prendo la metropolitana). Qualche impaccio solo se il treno era in condizioni impossibili (quando manca l'aria per respirare...).

La bicicletta la metto sempre all'ingresso (nella sezione dei pendolari vedi alcune possibilità) ben legata con un lucchetto, sia per il rischio furti che per evitare cadute in caso di manovre brusche.

Spesso poi mi siedo con amici nella carrozza.

Nell'uso mi sono trovato subito bene, ho solo sofferto un po' i rapporti corti (tipici del cambio economico a 6 rapporti) per via dei lunghi rettilinei che faccio nel tragitto.

Ora (complice un'ottima occasione usata) ho preso una Brompton.
Devo dirti che:
-in treno non noto grandi differenze. Anzi, ora ho più paura che me la rubino/rovinino  ;) In questi giorni le sto sempre accanto e sto meditando di cambiare lucchetto. Purtroppo tra i sedili nei miei treni non ci sta a meno di sacrificare un posto (e chi lo racconta al povero pendolare in piedi?).
-nel trasporto passivo si guadagna qualcosa da chiusa, ma trovo la Olmo più semplice e rapida da aprire.
-In pedalata la Brompton è una favola: niente scricchiolii o leggeri disallineamenti che provocano il rumore della catena col rapporto sbagliato. Sali,  pedali e non ci pensi più

In conclusione, la Olmo o la Lombardo che dovrebbe essere simile o un'altra bici da 20' di media qualità e che rientra nel budget te le consiglio per l'intermodalità in treno, non te ne pentirai.
Se poi ci prendi gusto e inizi ad usarla quotidianamente ci penserai....
« Ultima modifica: Agosto 10, 2016, 09:20:09 am by sbatta »

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1024
  • Reputazione: +63/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #18 il: Agosto 09, 2016, 06:40:30 pm »
Anche io (che ormai posso ritenermi dahonista convinto...  ;D ) ritengo che la Brompton, dal punto di vista dell'intermodalità pura, sia forse la scelta più azzeccata.
Attenzione però: questo non significa che tra una Brompton ed una Dahon (per esempio, ma anche una Tern, senza andare a disturbare altri marchi più costosi e prestigiosi...) ci sia chissà quale divario, qualitativamente parlando! La Brompton è il risultato di un progetto molto razionale, indirizzato alla compattezza della bici da piegata, senza però trascurare la qualità costruttiva. Se poi aggiungiamo la tradizione britannica, la robustezza dell'acciaio, l'accuratezza delle saldature, certe particolarità costruttive..., ecco ottenuto il gioiellino che è.
Ma questo non significa che, se io rinuncio alla compattezza della Brompton e prendo una Dahon Speed (che poi non è che sia tanto più grande...), non mi ritrovi lo stesso tra le gambe una bici affidabile, performante (probabilmente più della B) e, per quanto riguarda le operazioni di piega/spiega, semplice (più della B) e abbastanza rapida ...!

Poi, per quanto riguarda gli altri consigli, credo che anche le esigenze abbiano il loro peso: 12 km al giorno non sono tanti, ma neanche pochissimi; una bici come la Strida è eccellente per brevi tragitti, magari intervallati da tanti piega/spiega, ma non la vedo molto indicata per percorsi medio-lunghi: i suoi sviluppi metrici sono decisamente bassi ed il suo assetto di guida è particolare (sconsigliatissimo per stature da 1.80 in su...); su tragitti non brevi si rischia di ricavarne delle sensazioni davvero frustranti, secondo me...  ::)
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima CANYON Roadlite 5.
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #19 il: Agosto 09, 2016, 09:25:48 pm »

In realtà si narra di un eccentrico anticonformista che, pur avendo posseduto due Brompton, è ormai definitivamente, irrecuperabilmente passato alla Strida... :o

Scherzi a parte, secondo me non è necessario comprare una Brompton per avere una buona pieghevole. Se il treno da te frequentato non è affollatissimo, puoi farne tranquillamente a meno. E prendere una 20" bella, versatile ed economica... ;-)

Presente!  ;D ;D ;D

In realtà la prima Brompton l'ho venduta solo per passare dal modello a 3 a quello a 6 marce, visto che ci avevo preso sempre più gusto e desideravo usarla non solo per andare al lavoro (con un tragitto tutto pianeggiante) ma anche nel tempo libero senza dovermi limitare troppo, visto che la ridente località lacustre dove vivo abbonda di salite, non appena ci si allontana dal lungolago.
Fin qui tutto abbastanza logico e regolare, la Strida Evo è stata all'inizio giusto uno sfizio da tempo libero (ognuno affronta la crisi di mezza età a modo suo...), ma poi imprevedibilmente ho iniziato a usarla sempre più anche per andarci al lavoro, perché pedalare mi piace, ma mi sono reso conto che pedalare con la Strida mi piace addirittura di più...  :)  Fermo restando che la Brompton me la tengo ben stretta, perché ci sono comunque situazioni nelle quali rimane il mezzo migliore, per esempio quando mi porto la bici appresso in un viaggio, oppure quando devo fare percorsi con salite un po' più ripide.
Ma tornando alla scelta di Alessio, provo a dire la mia. La Brompton è ottima, ma ti capisco se al tuo primo acquisto di bici pieghevole non te la senti di spendere così tanto. E sono d'accordo con Boccia che non è necessario che compri una Brompton per avere una buona pieghevole, a meno che non hai esigenze tali da rendere la Brompton indispensabile, oppure perché hai deciso che è quella la bici che vuoi (ma non mi sembra il tuo caso). Per esperienza pluriennale su treni pendolari molto affollati, io penso che la Brompton sia la migliore in quei casi, ma più o meno tutte le pieghevoli da 20" a piega centrale, con dimensioni da piegata tipo Dahon / Tern / Decathlon, alla fine le utilizzi ugualmente senza problemi, a meno che non stiamo parlando di un treno affollato in maniera davvero drammatica. Anche io come Vittorio ritengo che le Dahon siano leggermente preferibili alle Tern, in quanto sono comunque un po' più compatte da chiuse. Poi c'è la Dahon Curve con ruote da 16", che non è moltissimo più ingombrante di una Brompton...
In quanto al mettere la pieghevole sulle rastrelliere / cappelliere dei treni: ho provato prima con la Hoptown 20 e poi Brompton e Strida, direi che è un'operazione fattibile senza problemi solo con la Strida. La Brompton sporge leggermente e si rischia di essere guardati male dagli altri pendolari, che potrebbero temere che gli caschi in testa, nonostante non ci sia un rischio effettivo se è posizionata per bene, ma in queste situazioni la percezione conta eccome... Detto questo, mettere la bici sulla cappelliera secondo me è l'ultima delle opzioni, anche con la Strida: sulla cappelliera la gente ci poggia cappotti cappelli etc, e mettendoci la pieghevole si rischierebbe di sporcarglieli. Molto meglio posizionare la bici in altri posti, ci sono varie foto esplicative nella discussione apposita.
A parte questo, la Strida monomarcia la sconsiglierei per un tragitto quotidiano di 6 + 6 km, ma la mia Evo con le sue 3 marce la trovo adattissima anche per tragitti simili, e lo dico per esperienza diretta e oramai quasi quotidiana. Ma la Evo costa molto di più: la Evo Silver che è la mia costa di listino € 999, la Black Black € 1299, quindi quanto una Brompton...
Mario
« Ultima modifica: Agosto 10, 2016, 04:43:13 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Alessio1973

  • iniziato
  • *
  • Post: 38
  • Reputazione: +0/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #20 il: Agosto 10, 2016, 09:45:35 am »
Grazie a tutti per i vostri contributi e consigli!  :D

Quindi, considerando che i miei treni non sono eccessivamente affollati e che non dovrei prendere altri mezzi pubblici (potrebbe capitare raramente di prendere il bus), penso di potermi indirizzare tranquillamente verso una bici di fascia media.

Ora però avrei un'altra domanda: visto che di bici non ne so niente, meglio comprarla in un negozio fisico a cui potersi rivolgere successivamente in caso di bisogno di assistenza?
Dahon Vitesse I7 black and white

Offline alex

  • assistente
  • ***
  • Post: 249
  • Reputazione: +3/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #21 il: Agosto 10, 2016, 10:11:17 am »
Ora però avrei un'altra domanda: visto che di bici non ne so niente, meglio comprarla in un negozio fisico a cui potersi rivolgere successivamente in caso di bisogno di assistenza?

se il prezzo a cui la vendono è giusto si anche perchè in questo modo sa da chi portarla, altrimenti è meglio prenderla online oppure un buon usato

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4931
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #22 il: Agosto 10, 2016, 10:55:28 am »
considerato che dici di non sapere nulla di bici, IMHO anche a fronte di un prezzo superiore a quello online di 30-50€, sarebbe meglio affidarsi ad un negoziante serio.
Se però il negozio fisico in realtà si dedica alle pieghevoli solo per seguire il trend del momento ma non fornisce valore aggiunto rispetto al rivenditore online allora meglio privilegiare il risparmio.
Dipende anche dal modello su cui orienterai la scelta: più utilizza componenti standard e più semplice sarà ricevere assistenza anche da un "biciclaio generico".... solitamente per i modelli di fascia media e bassa è così (a parte per gli snodi del telaio).
Per l'usato è bene farsi assistere da un amico o familiare in uno scambio a mano, in modo da poter valutare correttamente le condizioni del mezzo.

Offline Alessio1973

  • iniziato
  • *
  • Post: 38
  • Reputazione: +0/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #23 il: Agosto 10, 2016, 11:24:58 am »
I due negozi per me più comodi (escludendo Decathlon) hanno solo le Lombardo, uno però attualmente ne era sprovvisto e dovrei ripassarci a fine agosto, l'altro tiene solo un modello, Capri 020 a 339,00 euro (gli altri sono ordinabili), che non mi sembra male.
Il tipo mi ha detto che è una buona bici, fatta in Italia, e la usa anche lui per fare le commissioni, ecc... poi però il fatto che tengano solo quella in negozio, che per il resto è ben fornito, non so se sia solo per seguire il trend, purtroppo questo non riesco a giudicarlo.

Altrimenti dovrei orientarmi su Florence by bike, anche se più scomodo perché in centro a Firenze.
Lì sicuramente possono fornire un valore aggiunto, e oltre alla Brompton, sono rivenditori Tern, Dahon e Olmo.

Ma per esempio esiste una Dahon nuova che possa stare sotto i 500 euro?
E in questo caso, un "biciclaio generico" potrebbe darmi assistenza?
Dahon Vitesse I7 black and white

Offline nino#

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1024
  • Reputazione: +63/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #24 il: Agosto 10, 2016, 01:46:11 pm »
La Lombardo Capri 020 costa mediamente un 50/60 € in meno, anche in negozi fisici:
http://www.bicicletteshop.it/biciclette-da-citta-city-e-pieghevoli/41-lombardo-capri-020-city-special-20-telaio-lega-pieghevole-cambio-tx35.html
http://www.manzocicli.it/index.php/biciclette/lombardo-capri-020-detail
...

Di Dahon c'è la SUV che puoi trovarla anche a meno di 300 €, ma si sentono pareri discordi.
Un altro modello economico (intorno ai 400), ma abbastanza consolidato è la Vybe.
Qui hanno la Speed P8 in offertona a 499 €: su alltricks.it (se metto il link, si scombussola tutto il post...).
« Ultima modifica: Agosto 10, 2016, 01:50:47 pm by nino# »
Pieghevolista nel cuore (ex possessore di Dahon: Speed P8 e Ios XL) - Attualmente in sella di una bellissima CANYON Roadlite 5.
LASCIA L'AUTO PER LA BICI! FAI BENE A TE E FAI BENE A TUTTI!

Offline andrea f

  • assistente
  • ***
  • Post: 225
  • Reputazione: +6/-0
  • brompton m6lr black
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #25 il: Agosto 10, 2016, 03:09:46 pm »
Cmq tieni sempre conto che prima o poi comprerai una brompton.  Sempre che la tua intermodalita continui.  Troppo comoda per ingombri e trasporto passivo
Brompton m6r black

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4135
  • Reputazione: +158/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #26 il: Agosto 10, 2016, 04:41:32 pm »
Io voto per Dahon o Olmo da Florence By Bike.  ;)
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Alessio1973

  • iniziato
  • *
  • Post: 38
  • Reputazione: +0/-0
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #27 il: Agosto 10, 2016, 05:10:47 pm »
Riepilogando: per ora l'unica decisione che ho preso è quella di comprarla in un negozio fisico facilmente raggiungibile, anche perché partendo da zero ho fin da subito bisogno di informazioni (come funziona il cambio, come regolare la sella, ecc...) e sicuramente assistenza dopo.
Quello più vicino a casa, Bicipedia a Sieci (Pontassieve) ha solo la Lombardo, ma non disponibile al momento e se ne riparla a fine agosto.
Il secondo, Probike a Firenze Rovezzano, abbastanza comodo perché di strada sul mio tragitto casa-lavoro e a 350 metri dalla stazione, avrebbe subito disponibile una Lombardo Capri 020 a 339,00.
Il terzo, Florence by bike a Firenze centro, per me è quello più scomodo ma sicuramente con più scelta (Brompton, Dahon, Tern e Olmo) e competente. Però escludendo le Brompton, al momento hanno solo una Tern C7.

Cosa faccio???

D'istinto opterei per la soluzione più veloce, la Capri 020 da Probike (anche se mi sembra di capire che il prezzo non sia molto buono), ma in questi giorni sto andando a lavoro in treno, e il collegamento via bus stazione-ufficio, che già non è il massimo, ad agosto è ulteriormente penalizzato dalla diminuzione delle corse, quindi avrei una certa fretta nel fare l'acquisto.

Altrimenti dovrei "stringere i denti" e provare a sentire Florence by bike quali modelli sono ordinabili (e in quali tempi) e poi decidere dove orientarmi (per es. pensando solo al prezzo una Dahon Vybe?)
Dahon Vitesse I7 black and white

Offline andrea f

  • assistente
  • ***
  • Post: 225
  • Reputazione: +6/-0
  • brompton m6lr black
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #28 il: Agosto 10, 2016, 05:34:18 pm »
Il mio appassionato consiglio è fai le cose con calma. La bici e soprattutto una pieghevole va scelta con cura.ti accompagnerà per molti anni ed è molto personale . L'hai sempre con te. Dalla piccola commissione , dall andare alle poste, dal dentista , banca ,ecc.. nel frattempo lascerei in stazione una bici che anche i ladri lascerebbero . Così tanto per facilitarti l arrivo al lavoro. Tieni conto che in treno la compattezza da chiusa è prioritaria affollato o meno. Dahon e tern non sbagli . Prenditi tempo.
Brompton m6r black

Offline Norma

  • maestro
  • ****
  • Post: 377
  • Reputazione: +22/-0
    • Flickr
Re:Ciao da un nuovo aspirante "pieghevole" toscano!
« Risposta #29 il: Agosto 10, 2016, 08:56:02 pm »
Come ti consiglia andrea f, cerca di fare le cose con calma, anche se sono io la prima a sapere che, soprattutto in momenti come questo, è praticamente impossibile ;D

Innanzitutto, NON salire mai su una Brompton o non ne potrai più fare a meno. Te lo dico per esperienza personale: a marzo ho comprato una Dahon usata (proprio a Firenze), perchè mi sembrava esagerato il prezzo della Brompton, e a giugno ho comprato una Brompton, che in treno è impagabile. Personalmente, con la Dahon in treno ho sempre avuto qualche difficoltà. E' vero che per un uomo è diverso, ma una bici che ha l'ingombro e il peso di una valigia grande non ha paragoni.

Rimanendo comunque sulle bici che ti piacevano: la Lombardo 040, quella col cambio al mozzo? Per me, in treno, il cambio al mozzo è sempre meglio. Però credo che per la 040 si arrivi sui 400 euro...
Brompton (BromptoNorma) H3L tempest blue
Dahon Curve d3 rosso fiammante

Tags: