Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

informativa sulla privacy

Questo sito raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito accetti il servizio e gli stessi cookie (qui altre info).

Autore Topic: la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).  (Letto 35631 volte)

presenze attuali: 0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« il: Luglio 12, 2011, 08:01:13 pm »


segnalo

la mobilità insostenibile (luoghi comuni e cattive prassi).
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=131

documentari (video, podcast, ...) su trasporto e problemi collegati (Report, Presa diretta, ...)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=560

Perché in Italia chi cammina si sente solo un ingombro
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=6088.0

Perché abbiamo urgente bisogno di una battaglia culturale
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=5798

zona 30 in città (riflessioni e petizione)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=1530.0

bicivideo video (pieghevoli e non)
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=140

l'elenco delle discussioni legate ai trasporti, recuperabile cliccando sul tag "trasporti" in fondo a questa pagina

------------




Dopo l'arrivo dell'ennesima notizia di come il mondo si attrezzi per rendere la mobilità un po' più sostenibile, decido di aprire una discussione appositamente dedicata.... Una specie di "good news" alla www.report.rai.it

Avete segnalazioni? Che aspettate?  ;)

chissà che le nostre amministrazioni un bel giorno, decidano che è arrivato il momento di una svolta... NETTA!



Citazione da: DamianoDG,10/4/2011, 12:01 ?t=55037652&st=0#entry449621052
http://www.casaeclima.com/index.php?option...-news&Itemid=50

Parcheggi per bici saranno obbligatori in edifici pubblici, metro e stazioni


Incentivare l'uso della bici in contesti urbani. Questo il proponimento del Disegno di Legge proposto dal ministro dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, Stefania Prestigiacomo e approvato il giorno 7 aprile 2011 dal Consiglio dei ministri sotto questo slogan: “LA BICI MOBILITA L'UOMO”.

SPAZI RISERVATI ALLE DUE RUOTE.
Il DDL prevede l'adozione di misure concrete per favorire l’utilizzo delle due ruote in città, a partire dall'integrazione dei sistemi di trasporto.
Tram e gli auotobus dovranno predisporsi al trasporto delle biciclette pieghevoli, senza limiti di numero e di orario. Inoltre, Il disegno di legge dispone che gli edifici pubblici con cortili o spazi comuni, riservino uno spazio alle biciclette degli utenti, che dovrà essere appositamente segnalato sul sito istituzionale di riferimento. Allo stesso modo, stazioni metropolitane e ferroviarie dovranno dotarsi di parcheggi bici, sotto la giurisdizione delle amministrazioni locali.


BIKE SHARING, BANDI E CONCORSI.
E per chi è stato finora costretto a pedalare nel traffico cittadino, invidiando il modello ciclabile di Amsterdam e paesi nordici, il Ministero dell'Ambiente ricorda che 14 milioni di euro sono stati destinati al bando per progetti di bike sharing associati a sistemi di alimentazione mediante fonti rinnovabili. Rivolto ai Comuni italiani e agli enti gestori dei parchi nazionali e regionali, l'iniziativa prevede, infatti, la realizzazione di sistemi di piste ciclabili controllate via webcam, la creazione di parcheggi attrezzati e riservati alle biciclette e la fornitura di bici elettriche. Nella stessa direzione è stato lanciato, infine, il concorso Bicity. Rivolto ai Comuni che nella giornata del 9 maggio, dedicata al B-Day, avranno riservato solo alle biciclette la tratta più lunga in relazione agli abitanti, il concorso premierà le 8 amministrazioni più verdi con una targa stradale e una bici blu.
Istituzionalizzazione del B-Day. Ha trovato poi parere favorevole dal Governo la replica della giornata della bicicletta. Lanciata in via sperimentale la primavera scorsa, riscuotendo un'ottima accoglienza, la “Giornata Nazionale della Bicicletta” si svolgerà ogni anno la seconda domenica di maggio. Cuore del provvedimento, l'auspicio del Ministro Prestigiacomo è che il Biciday “diventi la giornata nazionale della mobilità sana e sostenibile. Il grande successo della scorsa edizione, con centinaia di migliaia di persone, famiglie, gruppi organizzati in piazza sulle due ruote, è la dimostrazione di quanto sia avvertita l’esigenza di tutelare l’ambiente e la salute dei cittadini anche attraverso l’incentivazione di politiche rivolte alla mobilità eco-sostenibile”. La Giornata intende diventare “un’occasione di incontro e di riappropriazione delle città, troppo spesso preda del traffico caotico e inquinante, ma anche un’occasione di convivialità e di rilancio degli spazi della socialità urbana”
« Ultima modifica: Luglio 27, 2015, 05:27:07 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #1 il: Dicembre 03, 2011, 02:02:53 pm »


"Portland's Bike Boxes: Making Cars More Polite"
http://www.treehugger.com/cars/portlands-bike-boxes-making-cars-more-polite.html
Ossia.. le bici prima di tutto (....almeno al semaforo)!



 
« Ultima modifica: Luglio 23, 2013, 10:49:28 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • location: Torino
  • Post: 1645
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
  • registrato dal 12/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #2 il: Dicembre 03, 2011, 05:45:00 pm »
rilanciata la notizia su fb, grazie della segnalazione
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Sammy Street Style

  • gran visir
  • *****
  • location: Andezeno (TO)
  • Post: 809
  • Reputazione: +22/-0
  • Il mondo gira...e io pedalo!!
  • registrato dal 20/11/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #3 il: Dicembre 03, 2011, 07:51:12 pm »

Se qui in Italia, dovessero fare una roba come in foto, sai quanti ciclisti che stirano!!!
« Ultima modifica: Settembre 16, 2012, 01:38:08 am by occhio.nero »
Simone (Land Rover City 6 Speed - Brompton S6E "Black Widow")

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • location: Lecco
  • Post: 4033
  • Reputazione: +154/-0
  • registrato dal 29/10/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #4 il: Dicembre 11, 2011, 08:58:04 am »
La cosa che non finisce mai di provocarmi stupore è vedere come funziona la viabilità già a Chiasso, a 36 km da casa mia. Io sono di Lecco, e Chiasso confina con Como, è il primo paese che incontro quando vado in Canton Ticino. Passo sempre il confine da Pontechiasso, un quartiere di Como attaccato al centro di Chiasso, la dogana è in mezzo a una normalissima strada di quartiere. È incredibile vedere come basti fare pochi metri e di colpo tutto cambia. Strisce rispettate, ciclabili ben demarcate ovunque, aiuole fiorite dove nessuno butta cartacce, mezzi pubblici frequenti e per andare ovunque (negli orari di apertura dei grossi centri commerciali ci sono mezzi pubblici appositi, in modo che volendo anche lì si possa andare senza auto). Viaggio all'estero per lavoro 5/6 volte l'anno e quindi vedo sempre esempi di mobilità più "matura" della nostra, anche in posti dove non te lo aspetteresti (per esempio ho appena scoperto che in ogni angolo dell'Ungheria letteralmente ogni strada, che sia comunale, provinciale o statale, è dotata anche delle sua brava pista ciclabile affianco, e sono usatissime). Ma niente mi stupisce come Chiasso, per il semplice fatto chè è a due passi da casa, e non mi sembra che gli abitanti abbiano subito una mutazione genetica. La stessa cosa la sento dire da moltissimi lombardi, rimangono tutti turbati quando vanno in Ticino, dove tra l'altro si ha meno la sensazione di trovarsi all'estero, visto che la gente parla italiano.
Mario
« Ultima modifica: Dicembre 11, 2011, 10:37:47 am by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • location:
  • Post: 306
  • Reputazione: +38/-0
  • registrato dal 13/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #5 il: Dicembre 11, 2011, 10:34:49 pm »
Come vorrei che tutti gli italiani potessero fare il confronto come possono farlo gli abitanti di Chiasso!

Offline fnegroni

  • iniziato
  • *
  • location:
  • Post: 39
  • Reputazione: +1/-0
  • registrato dal 03/10/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #6 il: Dicembre 15, 2011, 03:16:03 pm »
Anche qui in UK abbiamo quelle che qui chiamano ASL (Advanced Stop Line), per uso esclusivo dei ciclisti. A Londra e' quasi d'obbligo usarle nel senso che se rimani fermo dietro alla coda al semaforo, a parte che non ti vedono, ti devi respirare i 'profumi' che escono dai tubi di scappamento, e poi comunque rimani incollonato anche tu che sei molto piu' veloce di loro. Che poi oltretutto non e' colpa tua, in bici, che c'e' la coda di macchine con solo il conducente a bordo!
Purtroppo la usano anche i motociclisti, che non dovrebbero. E a volte i black cabs non si fermano prima del loro stop ed invadono la ASL.
Ma in genere rimane un sistema molto efficace per le bici e io le uso quasi sempre.
Non le uso solo quando per raggiungerle devo passare in parte ad un mezzo pesante, c'e' magari poco spazio e se scatta il verde mentre sono in parte al mezzo che magari sta per girare, mi passa sopra!
Allora in qual caso rimango dietro...


« Ultima modifica: Gennaio 09, 2013, 12:00:20 pm by occhio.nero »

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #7 il: Dicembre 15, 2011, 08:51:25 pm »
abbiamo il corrispondente da UK!  ;)

colpisce il segno della bici: sembra fatto a mano anzichè con uno stencil.

Grezzo ma efficace.
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Sammy Street Style

  • gran visir
  • *****
  • location: Andezeno (TO)
  • Post: 809
  • Reputazione: +22/-0
  • Il mondo gira...e io pedalo!!
  • registrato dal 20/11/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #8 il: Dicembre 17, 2011, 11:56:03 am »
Qua stiamo diventando internazionali!!!  :)
E meno male!!!! E' bello confrontare le varie tipologie di intermodalita' da tutto il mondo!! Ci fa capire quanto l'Italia sia indietro!!
Simone (Land Rover City 6 Speed - Brompton S6E "Black Widow")

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #9 il: Gennaio 08, 2012, 10:24:36 pm »
riporto la segnalazione di Broono:
http://www.tuttogreen.it/germaniain-arrivo-la-prima-autostrada-per-le-biciclette/


Sembra un progetto futuristico, invece, nella progressista Germania sta per attuarsi la prima autostrada per biciclette del mondo! Probabilmente si chiamerà Radler B-1 e correrà parallela all’autostrada del Nord Reno Westphalia, il tratto stradale tra i più trafficati della Germania, che collega Dortmund a Duisburg, i due centri industriali più importanti e popolati della federazione.

La prima bici-strada rivoluzionerà il piano dei trasporti tedesco, secondo le stime del Ministro socialdemocratico Harry Voigtsberger. Infatti, molti pendolari hanno già deciso di rinunciare alle automobili, per evitare le lunghe e noiosissime code sulla A40, ribattezzata, per l’appunto, l’Autobahn delle lumache.

Spesso i lavoratori tedeschi preferiscono utilizzare le biciclette. Per questo, l’azienda dei trasporti urbani della Ruhr sta studiando i costi e la progettazione di questa bici-strada, che dovrà essere asfaltata, scorrere in piano, libera da incroci e ben illuminata. Lunga 60 km, larga ben 5 m, l’autostrada per biciclette, oltre a risolvere l’emergenza del traffico, assicurerà una minore emissione di sostanze inquinanti nell’aria, favorendo, allo stesso tempo, la viabilità e l’ambiente.

Speriamo che questo modello di pista ciclabile interurbana possa essere presto realizzato ed esportato in tutta Europa!
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • location:
  • Post: 306
  • Reputazione: +38/-0
  • registrato dal 13/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #10 il: Gennaio 10, 2012, 10:01:42 pm »
Se ci fosse una strada simile per raggiungere Torino, metterei immediatamente da parte la pieghevole e l’abbonamento del treno e passerei ad una gran turismo: già mi vedo comodamente seduto su una velocissima bici reclinata con carenatura su cui, in corsia di sorpasso e con l’MP3 alle orecchie 8), coprirei i miei 25 km in una quarantina di minuti, facendo prima di adesso col treno!

E'  incredibile se si pensa a quanto siano banali e immediatamente praticabili le soluzioni più rivoluzionarie! Ci vuole davvero una bella ottusità per continuare ad ignorarle!

Offline mark_to

  • assistente
  • ***
  • location: TORINO
  • Post: 110
  • Reputazione: +2/-0
  • registrato dal 28/11/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #11 il: Gennaio 11, 2012, 02:12:56 pm »
Ma figurati....se non si riesce a fare neanche una ciclabile che si possa chiamare tale, e che non si interrompa improvvisamente finendo nel nulla (come molte qui a Torino). Appena ne inaugurano una, 4 commercianti ottusi protestano perchè i loro clienti (o loro stessi?) non possono più parcheggiare l'auto davanti al negozio!!!!!!!!!! :-\
Brompton M3L nera

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #12 il: Gennaio 11, 2012, 02:18:55 pm »
Ma figurati....se non si riesce a fare neanche una ciclabile che si possa chiamare tale, e che non si interrompa improvvisamente finendo nel nulla (come molte qui a Torino). Appena ne inaugurano una, 4 commercianti ottusi protestano perchè i loro clienti (o loro stessi?) non possono più parcheggiare l'auto davanti al negozio!!!!!!!!!! :-\

verifico con rammarico che tutto il mondo (tutta l'Italia) è paese.
Avrei usato le stessa parole anche per descrive l'abbrutimento romano  :(
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline styopa

  • apprendista
  • **
  • location: Torino / Milano
  • Post: 87
  • Reputazione: +1/-0
  • registrato dal 11/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #13 il: Gennaio 11, 2012, 05:09:52 pm »
E intanto anche in una già bike-friendly Londra, si creano le Cycle Superhighways per spostarsi in bici dalle periferie verso il centro in modo più rapido e sicuro.

http://www.tfl.gov.uk/roadusers/cycling/11901.aspx
Hoptown 20" verde, portapacchi rimosso, sella prolink

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • location: Roma
  • Post: 8889
  • Reputazione: +154/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
  • registrato dal 07/07/2011
    YearsYearsYearsYearsYearsYears
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
la mobilità sostenibile (buone prassi pieghevoli e non).
« Risposta #14 il: Gennaio 11, 2012, 09:04:57 pm »
interessante.
segnalato anche sul nostro gruppo facebook
http://www.facebook.com/groups/287303677979281/
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci