Benvenuto

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).  (Letto 78994 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline Marcopie

  • apprendista
  • **
  • Post: 98
  • Reputazione: +16/-1
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #45 il: Febbraio 06, 2012, 02:15:18 pm »

La bici non è proprio una pieghevole, ma la foto dimostra che i margini per muoversi in bici anche con la neve fresca ci sono...  ;D ;D ;D

Questa era Roma, sabato mattina...
Le altre foto le trovate qui: https://picasaweb.google.com/110825192437680702942/NeveARoma?authkey=Gv1sRgCJfqgJ_e_svKJw#slideshow/5705369218991799106

Offline megalbo

  • iniziato
  • *
  • Post: 8
  • Reputazione: +0/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #46 il: Febbraio 06, 2012, 07:25:08 pm »
Effettivamente l'angolo della sella è veramente eccessivo.....anche io ti consiglio di abbassarlo di qualche grado!
Bellissime foto complimenti?

come posso regolarlo? ho provato smollando la vite del sellino, ma senza grossi risultati...grazie ancora!

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #47 il: Febbraio 06, 2012, 07:37:45 pm »
per la catena, puliscila
discussione: "lavacatena"
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=744


Fabio se decidessi di prendere il lavacatena occhio a:
1) prendere il modello segnalato da Broono, il Tornado (o simili), e non quello mostrato all'inizio della discussione sul lavacatena, che invece NON è compatibile con la brompton con cambio nel mozzo (chissà come faccio a saperlo...  >:( ).
2) Usare prima lo sgrassante, e poi il lubrificante (questo ovviamente vale anche se non usi il lavacatena).
3) Occhio a non prendere sgrassanti e lubrificanti a schiuma, devono essere liquidi. Quelli a schiuma non puoi usarli con il lavacatena.
Mario



"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4897
  • Reputazione: +230/-1
  • Solvitur ambulando (pedalando)
    • Bikes & Co on Pinterest
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #48 il: Febbraio 06, 2012, 08:07:31 pm »
Effettivamente l'angolo della sella è veramente eccessivo.....anche io ti consiglio di abbassarlo di qualche grado!
Bellissime foto complimenti?

come posso regolarlo? ho provato smollando la vite del sellino, ma senza grossi risultati...grazie ancora!

se funziona come molti dei sellini sul mercato devi agire sullo stesso dado/vite che serve per farlo scorrere in avanti o in dietro.
Ultimamente, per risparmiare pezzi e peso infatti, il morsetto che stringe le 2 guide del sellino funge anche da regolazione per l'inclinazione "mordendo" una guida curva.
Allentando il dado che stringe il morsetto dovresti sia poter far scorrere il sellino che ruotarlo verso l'alto o il basso.
Se così non fosse posta una foto di dettaglio dell'attacco che vediamo di capire dove intervenire.

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #49 il: Febbraio 06, 2012, 09:01:47 pm »
se funziona come molti dei sellini sul mercato devi agire sullo stesso dado/vite che serve per farlo scorrere in avanti o in dietro.
Ultimamente, per risparmiare pezzi e peso infatti, il morsetto che stringe le 2 guide del sellino funge anche da regolazione per l'inclinazione "mordendo" una guida curva.
Allentando il dado che stringe il morsetto dovresti sia poter far scorrere il sellino che ruotarlo verso l'alto o il basso.
Sì è così, ho appena controllato perché non mi ricordavo, è passato tanto tempo da quando l'ho regolato. Ha ragione Sbrindola.
« Ultima modifica: Febbraio 06, 2012, 11:17:56 pm by Hopton »
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10064
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #50 il: Febbraio 07, 2012, 01:07:38 pm »
come posso regolarlo? ho provato smollando la vite del sellino, ma senza grossi risultati...grazie ancora!

creata discussione dedicata
Sellino: regolazione avanzamento / inclinazione
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=841

a cui reindirizzo per ogni approfondimento :)
« Ultima modifica: Febbraio 07, 2012, 01:11:58 pm by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline fabyoka

  • apprendista
  • **
  • Post: 81
  • Reputazione: +26/-0
  • La vita è un viaggio e chi viaggia vive due volte
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #51 il: Febbraio 07, 2012, 02:49:38 pm »
per la catena, puliscila
discussione: "lavacatena"
http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=744


Fabio se decidessi di prendere il lavacatena occhio a:
1) prendere il modello segnalato da Broono, il Tornado (o simili), e non quello mostrato all'inizio della discussione sul lavacatena, che invece NON è compatibile con la brompton con cambio nel mozzo (chissà come faccio a saperlo...  >:( ).
2) Usare prima lo sgrassante, e poi il lubrificante (questo ovviamente vale anche se non usi il lavacatena).
3) Occhio a non prendere sgrassanti e lubrificanti a schiuma, devono essere liquidi. Quelli a schiuma non puoi usarli con il lavacatena.
Mario



Grazie Mario!

nella mia condizione di niubbo appassionato ma imbranato, ogni consiglio è prezioso e ben accetto!

quindi:
1) uso il lavacatena Tornado della Barbieri ("uso" è una parola grossa, ma ci provo ;D) con lo sgrassante incorporato (va bene quello lì, giusto?)
2) asciugo bene bene la catena
3) lubrifico la catena (solo la catena o anche altro? tu come procedi?) applicando il "grasso secco" (come consigliatomi dal tizio del Brompton Store)

tutto giusto?? ;D

grazie! ;)
Fabio - Brompton M3L nera
percorso casa-lavoro

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #52 il: Febbraio 07, 2012, 08:50:18 pm »
Ciao Fabio,
onde evitare che l'admin. inizi ad arrotare la scimitarra  ;D , ti ho risposto nella discussione sul lavacatena.
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver

Offline DJ

  • gran visir
  • *****
  • Post: 1646
  • Reputazione: +105/-0
  • Folding bike = better life!!
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #53 il: Febbraio 07, 2012, 09:07:20 pm »
Anche io in bici oggi sotto la nevicata con la Curve: ho provveduto a sgonfiare un po' le big Apple, e poi sono andata senza problemi. Nemmeno una, dico una ciclabile pulita qui a Modena. E molte strade sono una lastra di ghiaccio..qualche altro temerario in bici, pochi a piedi, di nuovo l'auto a farla da padrone e ingorghetti causa mancanza di parcheggi per cumuli di neve ai lati delle strade..
Ovviamente casco in testa per evitare le cadute..
DJ
Dahon MUP8-Brompton M6L- Nanoo Avenue

Offline megalbo

  • iniziato
  • *
  • Post: 8
  • Reputazione: +0/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #54 il: Febbraio 07, 2012, 09:46:14 pm »
Effettivamente l'angolo della sella è veramente eccessivo.....anche io ti consiglio di abbassarlo di qualche grado!
Bellissime foto complimenti?

come posso regolarlo? ho provato smollando la vite del sellino, ma senza grossi risultati...grazie ancora!

se funziona come molti dei sellini sul mercato devi agire sullo stesso dado/vite che serve per farlo scorrere in avanti o in dietro.
Ultimamente, per risparmiare pezzi e peso infatti, il morsetto che stringe le 2 guide del sellino funge anche da regolazione per l'inclinazione "mordendo" una guida curva.
Allentando il dado che stringe il morsetto dovresti sia poter far scorrere il sellino che ruotarlo verso l'alto o il basso.
Se così non fosse posta una foto di dettaglio dell'attacco che vediamo di capire dove intervenire.

grazie 1000! vi farò sapere, oggi sono a pezzi, per domani la tengo ancora così!;)))

ciao!!!

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 10064
  • Reputazione: +176/-1
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
    • il mio nome è al termine del mio viaggio
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #55 il: Febbraio 08, 2012, 01:15:26 pm »
per riequilibrare, riporto:

http://www.ecodallecitta.it/notizie.php?id=110473&fb=1

In bici sul ghiaccio: intervista a due "caduti"
 
Torino - due redattori su cinque a Eco dalle Città hanno il braccio al collo: sono caduti in bici, scivolando sul ghiaccio dopo una frenata: ce n?è abbastanza per concludere che la bici quando nevica ? e soprattutto quando ghiaccia ? è meglio lasciarla a casa?
 



Nove giorni di inverno serio e due redattori su cinque di Eco dalle Città hanno il braccio sinistro al collo. Va detto, sono i due che ? indefessi ? hanno continuato ad usare la bicicletta per spostarsi in città, incuranti del ghiaccio per strada. Ce n'è abbastanza per concludere che non è il caso di usare la bici in caso di neve?

?E invece sì, ma quella non era neve, era ghiaccio ? ci racconta Federico - In realtà mi ero ripromesso di non andare in discesa? solo che avevo freddo e volevo andare a casa, così ho pensato di evitare Via Verdi e tagliare per i Giardini Reali; una scorciatoia che mi avrebbe fatto risparmiare almeno 5 minuti?. Cinque minuti risparmiati e un?ora e mezzo al pronto soccorso. ?La strada sembrava pulita, e invece il ghiaccio c?era. Avevo i freni tirati già da un po?, quando ho preso la discesa la bici mi è scivolata via e io mi sono buttato sul mio lato sinistro d?istinto. Insomma, passare di lì è stato un errore di valutazione?. Un errore che però non sembra aver incrinato la sua fiducia nelle due ruote? ?Assolutamente no. Bisogna essere accorti e fare manutenzione alla bicicletta, ma non c?è nessuna ragione per abbandonarla in questi giorni. Magari delle fascette da elettricista avrebbero aiutato, io non ce le avevo?.

Bruno è dello stesso parere: ?Ma certo che si può andare in bici in questi giorni, basta fare attenzione ? ci racconta al telefono uscendo dallo studio medico - Io sono caduto perché mi sono distratto a guardare i preparativi per il mercato di Piazza della Repubblica. Erano le due del mattino, ero contento di vedere tutta quella gente che lavorava!? (Se qualche scaricatore di cassette di Porta Palazzo ci sta leggendo starà probabilmente pensando di spaccargli anche l?altro polso, ma possiamo testimoniare che la sua era genuina meraviglia per il brulicare vivace delle attività notturne). ?Non mi sono accorto che stavo per finire dentro un carretto e ho frenato di colpo, senza accorgermi del ghiaccio?.

Niente da reclamare per la condizione delle strade? ?No, anzi. Il sale a Torino c?è, non possiamo dire nulla?. ?Si spendono fin troppi soldi per al pulizia delle strade ? aggiunge Federico ? Circa cinque milioni di euro l?anno. Direi che è abbastanza?.

Dopo questa caduta, rinunceranno alla bicicletta? Neanche per sogno, ci assicurano che riprenderanno a pedalare appena i polsi glielo consentiranno. Insomma il messaggio è questo: andate e biciclettatevi. Cum grano salis, è il caso di dirlo.

Leggi anche: Fabio Zanchetti (Bike Pride): ?In bici sul ghiaccio si cade anche in Danimarca: solo che lì per prima cosa puliscono le piste ciclabili?
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline alek78

  • gran visir
  • *****
  • Post: 863
  • Reputazione: +63/-2
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #56 il: Febbraio 08, 2012, 02:44:13 pm »
Sogno il giorno in cui il TG della sera annuncerà "obbligo di gomme chiodate per i ciclisti".

E lo aspetto non certo per l'obbligo in sè, che comporta anche una spe$a non indifferente, ma perché vorrà dire che i ciclisti invernali saranno diventati tantissimi...
Parcheggium trovatus ! Dahon Classic I and others
e ora un consiglio commerciale: OCCHIO ALLE BORSE KLICKFIX !!! http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=524.msg21158#msg21158

Offline beaturbano

  • pedalando s'impara
  • gran visir
  • *****
  • Post: 1640
  • Reputazione: +93/-1
  • broonpton S3L grezza
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #57 il: Febbraio 08, 2012, 03:36:47 pm »
io invece reclamerei per la pulizia delle strade... ce ne sono alcune che sono pulite solo grazie ai solchi delle auto e infatti il problema si riscontra quando bisogna cambiare direzione. il bruno dell'intervista non sono io, anche se in questi giorni ci sono andato vicino :-)
citizen cyclist [utente leggero della strada]
non possiamo pretendere di risolvere i problemi pensando allo stesso modo di quando li abbiamo creati - albert einstein ||| è una questione di qualità - cccp

Offline Gianni65

  • maestro
  • ****
  • Post: 303
  • Reputazione: +38/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #58 il: Febbraio 08, 2012, 09:56:58 pm »
Non so se si è capito, ma io sono entusiasta delle gomme "invernali" non chiodate.
Costano poco, non patiscono assolutamente l'asfalto l'asciutto, sulla neve anche un po' ghiacciata vanno a meraviglia, insomma  risolvono problema all'80- 90%.

Quanto al ghiaccio, ci ho viaggiato parecchio in questi giorni (andando a passo l'uomo) e si può fare, basta non respirare... nel senso che se non si sterza, non si frena, non si accelera e si è perfettamente in piano - insomma se non succede nulla che sposti il baricentro dal suo punto ideale - è meno pericoloso che passarci a piedi.
Poi ci sono vari tipi di ghiaccio: quello formato dalla neve premuta a lungo ha ancora un po' di bianco e di ruvido che fanno presa coi tasselli. Il ghiaccio d'acqua - quello lucido e nero come vetro - invece è davvero pericoloso a basta che sia un po' a monticelli per tirarti la ruota da una parte e sbilanciarti.

Per quanto riguarda le piste ciclabili, sono solo una farsa, fumo negli occhi, come tutto quello che in Italia riguarda l'uso serio della  bicicletta.
Nei giorni scorsi ho perso per strada l'elastico che usavo per legare lo zaino al portapacchi. Pare impossibile, ma non trovo un ciclista che ce l'abbia: tante splendide biciclette sportive, tanti accessori strafichi, ma quando cerchi qualcosa di semplice e pratico per l'uso quotidiano cascano tutti dalle nuvole. E' solo un fatto banale, d'accordo, ma è emblematico.
« Ultima modifica: Febbraio 08, 2012, 10:35:55 pm by Gianni65 »

Offline Hopton

  • Moderatore
  • gran visir
  • *****
  • Post: 4132
  • Reputazione: +157/-0
Re:In bici d'inverno (luoghi comuni ed accorgimenti).
« Risposta #59 il: Febbraio 08, 2012, 11:23:15 pm »
Nei giorni scorsi ho perso per strada l'elastico che usavo per legare lo zaino al portapacchi. Pare impossibile, ma non trovo un ciclista che ce l'abbia: tante splendide biciclette sportive, tanti accessori strafichi, ma quando cerchi qualcosa di semplice e pratico per l'uso quotidiano cascano tutti dalle nuvole. E' solo un fatto banale, d'accordo, ma è emblematico.
Non è un caso se poi il Decathlon ha successo, tanto per rimanere in tema ha un'ampia dotazione di elastici per portapacchi, che peraltro ho trovato anche in un ipermercato, ma erano di qualitá decisamente infima, mentre quelli di Decathlon sembrano migliori.
Anche io giorni fa ho visto per caso un negozio fichissimo (ma non Italia, ero in Svizzera), con concept bikes da migliaia di franchi in materiali all'avanguardia, guanti e giubbotti che richiedono accensione di mutui, e ovviamente manco l'ombra di un banale e onesto elastico da portapacchi... Sono negozi consacrati al ciclismo inteso esculsivamente o come sport a livello agonistico o come hobby (costoso) da fine settimana, per carità non li disprezzo affatto, ma non hanno niente a che vedere con la mobilità quotidiana.
FINE OT
Gianni a proposito, ma tu che gomme hai messo sulla HT in questo periodo? Mi ricordo che l'hai scritto da qualche parte, ma non riesco a trovarlo.
Mario
"La città è fatta per le persone, non per scatole di metallo". (Ayfer Baykal, assessore all'ambiente, comune di Copenhagen)
Brompton M6L blu cobalto, Strida Evo Silver