Partecipate anche voi alla comunità pieghevole italiana

Se la vostra richiesta di registrazione viene rifiutata o non ricevete risposta entro 24 ore
scriveteci e sarete attivati manualmente (ma prima verificate che la nostra email di attivazione non sia  finita nella cartella di SPAM)
aren't you a robot? write us an email to activate an account
info@bicipieghevoli.net

Autore Topic: quale è il prezzo pieghevole giusto?  (Letto 39389 volte)

0 Utenti e 1 Visitatore stanno visualizzando questo topic.

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9600
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +166/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 11:55:12 am
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #30 il: Novembre 02, 2013, 08:20:31 pm »
Temo che l'argomento sia troppo articolato per liquidarlo in poche battute. :/

Questo forum è nato proprio per dare maggiori coordinate a chi desidera approfondire.
Ti invito quindi a leggere le varie  discussioni  prima durante e dopo una prova su strada dei vari modelli.

Ma questa è solo la mia idea.


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline carlo

  • BTwin Tilt 5 Nexus 8v Brompton H6-12%LD black
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Set 2013
  • Località: Roma
  • Post: 849
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +83/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 14, 2017, 11:17:03 pm
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #31 il: Gennaio 04, 2014, 05:29:14 pm »
Quando acquistai la bici mi sono interrogato su quale fosse il prezzo "massimo" onestamente accettabile (per me) per acquistare una bicicletta.

Misi come limite il vecchio milione di lire che, in euro, diventavano €516.65, circa. Essendo l'introduzione dell'euro risalente al 2001 e, nel frattempo, aumentata l'IVA di 2 punti percentuali ho fatto il ragioniere ed ho calcolato il prezzo tenuto conto delle rivalutazioni istat e con l'iva attuale, arrivando alla cifra ragguagliata di circa € 660,00.

Questa cifra, a mio parere, permette di acquistare una buona bicicletta, andando oltre quelle economiche senza dover spendere necessariamente cifre esagerate. :D :D

Buon anno a tutti!


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
La teoria della relatività? Mi è venuta in mente andando in bicicletta...
Albert Einstein

Offline occhio.nero

  • Federico
  • Amministratore
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Roma
  • Post: 9600
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +166/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 11:55:12 am
  • hai voluto la vita?... e mo' pedala!
      • il mio nome è al termine del mio viaggio
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #32 il: Ottobre 06, 2016, 08:04:59 pm »
da altra discussione:

Ciao, Daniele!
Direi tutto secondo copione ...  ;)
Nel senso che stai ripercorrendo il mio stesso sentiero (che è, poi, quello che consiglierei a tutti): parti con una pieghevole buona non costosa, capisci come, in effetti, la tua vita si possa adattare all'intermodalità, ti impratichisci con le manutenzioni, ti fai un'idea di cosa ti serva veramente ... e poi, se tutto va bene, passi al mezzo definitivo, e lo fai a ragion veduta.
La prima bici, se sopravvive, sarà un ottimo muletto per quando l'altra sarà in manutenzione o sarà l'inizio di una vita non solo intermodale, ma anche intercambiabile ... cerca solo di essere il primo che esce di casa alla mattina  ;) ;) ;D ;D
CiaoCiao
TT:

Buondi, dovrei comprar una bici pieghevole per andar a lavorar, dovrei far 20 km andata e 20 km e fare un teagitto in bici, che bici mi consigliate?sn alto 1,88.
Accetto consigli, non vorrei spender molto.
Ciao Antonio,
ti parlo per esperienza diretta perché io stesso faccio il pendolare su lunghe distanze con treno e lunghi chilometraggi pedalati.
Una pieghevole economica come quella che cerchi è del tutto inadatta per il tuo scopo, ti suggerisco quindi un'alternativa: compra una bicicletta tradizionale usata, possibilmente con marce, e parcheggiala in stazione ogni sera.
La chiudi con due lucchetti robusti ad "U" in modo da bloccare telaio ed entrambe le ruote e ogni sera stacca la sella portandotela a casa (attaccata al proprio tubo, ovviamente).

I vantaggi sono:
1) non devi portartela in treno ogni giorno
2) una bici tradizionale economica è sempre più affidabile, veloce e meno faticosa di una pieghevole economica
3) tra bici e lucchetti vai a spendere la metà del tuo budget
4) data la tua altezza non rischi di patire dolori posturali dovuti alla posizione sacrificata di una pieghevole di fascia bassa enfatizzati dal lungo chilomeraggio

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
« Ultima modifica: Novembre 08, 2017, 08:05:41 am by occhio.nero »
Federico
Tikit; DahonMuP24; Nanoo; DashP18; BromptonS6L
pedaliamo, pieghiamo, moltiplichiamoci

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2012
  • Località: avanti e indietro fra il Garda e Milano
  • Post: 2334
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +175/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 10:51:12 am
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #33 il: Novembre 01, 2016, 02:02:11 pm »
[STAFF: questi contributi vengono da un'altra discussione ]

Immagino quindi che la tua Regione non dia il bonus per l'acquisto di una pieghevole.
Fatte salve le limitazioni citate da djslump, in genere un limite delle pieghevoli economiche è lo sviluppo metrico ridotto, per cui nel tuo percorso saresti a tuo agio solo sul cavalcavia e per il resto saresti limitato a una velocità piuttosto modesta. In compenso con una monomarcia avresti il vantaggio di una maggiore semplicità.
Se sali sul treno prima che si riempia, anche trovare un angolo per la bici non dovrebbe essere un grosso problema, e probabilmente al ritorno non è detto che ti trovi a viaggiare in ora di punta, quindi non dovresti avere l'esigenza di una bici estremamente compatta (e costosa), ma una volta arrivato in facoltà? Hai controllato se c'è la possibilità di portare la bici con te in aula, eventualmente mettendola in una borsa?
Dato l'uso intensivo, non farti troppe illusioni sulla tenuta nel tempo di qualche componente economico, quindi preparati a una manutenzione abbastanza attenta e a qualche sostituzione di pezzi dopo qualche mese; niente di drammatico, come potrai leggere nei resoconti di chi ha fatto il tuo stesso percorso prima di te, ma uno scotto abbastanza inevitabile, e comune a tutte le bici molto economiche, pieghevoli o no.
D'altra parte, questi interventi potrebbero essere l'occasione per migliorare e adattare sempre più la bici alle tue esigenze. Poi, con l'esperienza, valuterai se sarà il caso di passare a qualcosa di più performante, magari conservando la prima bici come muletto.

Vittorio

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
« Ultima modifica: Novembre 03, 2016, 05:01:11 pm by occhio.nero »
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Data di registrazione: Feb 2013
  • Località: Bologna Croce Coperta <-> San Lazzaro Mura
  • Post: 444
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +45/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 15, 2016, 11:13:15 am
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
      • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #34 il: Novembre 02, 2016, 02:32:33 pm »
Ciao!
Non si può dire che le bici economiche siano progettate dal reparto R&D dell'Ispettore Gadget (questa bici si autodistruggerà entro 30 secondi ... 29, 28, 27, ...;D
Sì, a mia esperienza con una economica ci ho fatto un annetto e poi si è aperta in due.
Ma è "una" evenienza. Io la ho usata tutti i giorni e, come ho detto nel thread dedicato alla Bfold7, non peso pochissimo, non faccio strade particolarmente lisce e forse era lei ad essere nata sfortunata. O quel modello, visto che hanno smesso di farlo così.
Un criterio generale non si può enunciare, dipende da tantissimi fattori (oltre a quelli detti sopra). Certo, il confronto con la Brompton che ho adesso (per affidabilità, problemi riscontrati, quallità generale e componentistica) è impietoso: ma la Brommie costa circa 5 volte tanto, ci mancherebbe anche che non fosse superiore  ;)
In fondo (e credo di averlo detto troppe volte...) anche una bici che costa poco e dura il giusto potrebbe essere un buona scelta se non sei sicuro che la pieghevolezza faccia per te. Se proprio si distrugge comunque sei in garanzia, se ti trovi bene, a prenderne una più costosa sei sempre in tempo (Brompton? Dahon? Tern? Strida? Birdy? lì con l'esperienza capirai cosa ti serva veramente) e un mulettino di riserva da usare in caso di infortunio della titolare o da prestare qualcun* per giri in coppia non fa mai male.
Ciaociao
TT:

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie

Offline Vittorio

  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Mar 2012
  • Località: avanti e indietro fra il Garda e Milano
  • Post: 2334
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +175/-0

+Info

  • Last Active:Oggi alle 10:51:12 am
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #35 il: Novembre 02, 2016, 02:49:00 pm »
Chiedere all'oste qual è il vino migliore è sempre un po' un rischio....
Fuor di metafora, dalle informazioni che girano qui sul forum sembra assodato che nelle bici di bassa gamma il tallone d'Achille sia più la componentistica (selle che scendono perchè i morsetti non tengono bene, pedali fragili, cambi imprecisi....) che il telaio, quindi il termine "autodistruggersi" mi pare un po' forte.
Finora quasi tutte le segnalazioni di telai spezzati in due riguardano Tern, che è un marchio non certo economico quanto direi di livello medio-alto, e si riferivano a telai di alluminio, che è un materiale più vulnerabile a eventuali difettti di saldatura. Quindi con una bici d'acciaio, anche se economica, almeno un pensiero te lo levi. Per onor di cronaca, tempo fa si era vista anche una segnalazione di rottura di un telaio (d'acciaio) Brompton, per cui in teoria un minimo di rischio esiste sempre e anche per i marchi più blasonati, ma da qui a farti credere che con una pieghevole economica cavalcheresti una bomba a orologeria ce ne corre!
Nello specifico, la Hoptown 300 è un modello recente, per cui l'esperienza storica è ancora modesta, ma salvo maltrattamenti esagerati (impennate, salti, gradini...) e con una manutenzione oculata (controllo dei giunti, della pressione delle gomme e lubrificazione) sono convinto che fra sei mesi starai pedalando allegramente... e magari pensando a quale sarà la tua prossima pieghevole!

Per il trasporto e l'occultamento della bici, vedi l'apposita discussione: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=28.0

Vittorio

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
Dahon Vitesse D7 (ex "Due Calzini")

Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Data di registrazione: Feb 2013
  • Località: Bologna Croce Coperta <-> San Lazzaro Mura
  • Post: 444
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +45/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 15, 2016, 11:13:15 am
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
      • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #36 il: Novembre 02, 2016, 03:42:50 pm »
Infatti ... per precisare ulteriormente, il vero problema non sono i cedimenti strutturali (paradossalmente, se rompi, o meglio, ti accorgi di una cricca o simili, sul telaio, la riporti a chi te l'ha venduta che, anche e se non solo per salvar la faccia, te la cambia di solito su due piedi e tante scuse), ma è lo stillicidio più o meno costante di piccole rognette che capitano sulle bici economiche quando inizi ad usarle un (bel) po'sopra l'utilizzo medio pensato da chi la ha costruite: quindi come dice Vittorio, il sellino che scende, i freni che urlano, le gomme di primo montaggio che si lisciano in un mese o due, i sistemi di chiusura che si allentano, le manopole che si rompono, il cambio che funziona a seconda dell'assetto astrologico e via discorrendo.
Il che, in un mezzo che non è che lo usi solo la domenica e se hai un problema lo risolvi il sabato successivo, ma sul quale affidi il tuo prendere il treno buono o perderlo, potrebbe essere seccante.
Poi sul mio treno saliva gente con pieghevoli superipereconomiche che arrivava tutti i giorni in orario e apparentemente senza che io abbia notato un pezzo men che originale, per cui, alla fine non è tutto oro quello che luccica e non è letame tutto quello che è marrone ...
ciaociao
TT:


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie

Online Sbrindola

  • aka Raffaele
  • Global Moderator
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Lug 2011
  • Località: Santena
  • Post: 4738
  • attività:
    75%
  • Reputazione: +226/-1

+Info

  • Last Active:Oggi alle 12:57:40 pm
  • Solvitur ambulando (pedalando)
      • Bikes & Co on Pinterest
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #37 il: Novembre 03, 2016, 09:09:06 am »
IMHO Hoptown 300 almeno hai l'assistenza di Decathlon in caso di problemi: se compri al supermercato formalmente hai la garanzia ma per farla valere i tempi di assistenza diventano biblici, dal momento che il punto vendita non effettua alcun tipo di intervento diretto.


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0

Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Data di registrazione: Feb 2013
  • Località: Bologna Croce Coperta <-> San Lazzaro Mura
  • Post: 444
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +45/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 15, 2016, 11:13:15 am
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
      • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #38 il: Novembre 03, 2016, 09:11:23 am »
Ciao!
Per come la vedo io, preferirei la Hop, per gli stessi motivi per cui ho consigliato la stessa cosa stamattina ad un altro nuovo utente.
Deca, al contrario di Coop e UniEuro, fornisce assistenza in proprio e, per loro, le bici sono (passami la volgarità) core business, sono molto più attenti e competenti a valutare qualunque problematica.
Come ho già detto ebbi una cattiva esperienza con un collega che comprò una bici da CarreFour. Ottimo supermercato, nulla da dire, hanno cibo ottimo, ma gliela consegnarono con la forcella alla rovescia e i pedali invitati malamente (con pedivella spanata). Vai a lamentarti al Punto Info? Te la cambiano anche ... con una messa uguale. Il meccanico vicino all'ufficio disse che su quella roba non ci metteva le mani. Ce la riparammo in casa, per semplificare le cose e avere meno rogne.  So perfettamente come quello sia un caso estremo, ma le robe sportive preferisco recuperarle in un supermercato ... sportivo!

@Vittorio: non me ne intendo molto di meccaniche monomarcia, ma direi sia fattibilissimo. Giocando con i parametri, S.M. 3,80, ruote 20x1,75'', corona 44 (fonte sito Decathlon) dovrebbe corrispondere ad un pignone da 18. Se si trovasse un 13 avresti un ottimo 5,17, con un 14 avresti un 4,80. Potrebbe essere un upgrade fattibile ed economico, se sembrasse troppo cricetosa.
Ciaociao
TT:

Ps. Sbrindola al solito ha espresso lo stesso concetto in un sedicesimo dei caratteri  ;D

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie

Offline carlo

  • BTwin Tilt 5 Nexus 8v Brompton H6-12%LD black
  • gran visir
  • *****
  • Data di registrazione: Set 2013
  • Località: Roma
  • Post: 849
  • attività:
    100%
  • Reputazione: +83/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 14, 2017, 11:17:03 pm
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #39 il: Novembre 10, 2016, 11:12:18 am »
Io ho usato la Tilt di Decathlon per anni ed ancora la uso. Ora va bene, ma ci ho dovuto spendere fior di soldi per renderla performante.

A mio parere una pieghevole BUONA, per un uso quotidiano, non la puoi pagare meno di 400 euro; ad ogni modo nemmeno dico di spendere i ...mila euro di una Brompton o simili, all'inizio non andrei MAI oltre i 650,00 euro circa.

Ciao :)

Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
La teoria della relatività? Mi è venuta in mente andando in bicicletta...
Albert Einstein

Offline TicioTIX

  • maestro
  • ****
  • Data di registrazione: Feb 2013
  • Località: Bologna Croce Coperta <-> San Lazzaro Mura
  • Post: 444
  • attività:
    0%
  • Reputazione: +45/-0

+Info

  • Last Active:Dicembre 15, 2016, 11:13:15 am
  • Proud Owner of ?3L "BiciKleine II" (Handlebar: ?)
      • Ass.ne "i Pedalalenta" - Castel Maggiore (BO)
quale è il prezzo pieghevole giusto?
« Risposta #40 il: Novembre 10, 2016, 12:24:25 pm »
Sì, Carlo l'ha detta giusta:
  • 150-300 è la giusta forchetta per una prima bici da assaggio, che, senza nessun upgrade, possa in seguito divenire muletto, bici da prestito o comunque solo un accettabile rimpianto se la scintilla pieghevole non dovesse (o potesse scoccare).
  • 400-650 è la giusta forchetta per una prima bici con buona qualità di base (telaio e snodi) che, con qualche upgrade o miglioria in sede di manutenzione, tiri a diventare anche quella definitiva.
  • 650 - infinito è la giusta(?) forchetta per chi ormai ha le idee chiare, ha almeno un anno di intermodalità alle spalle (per aver provato ogni condizione climatica e di situazione al contorno, tipo ferie, soraffollamenti temporanei dei mezzi pubblici, ecc) e ha deciso che la pieghevole sia il suo mezzo di spostamento d'elezione o, per lo meno, quello sul quale fare pieno affidamento.
ciaociao
TT:


Linkback: http://www.bicipieghevoli.net/index.php?topic=46.0
"Avrebbe potuto pure permettersi un aeroplano o uno yacht, a lei però bastava una bicicletta pieghevole." Sasha Arango - La verità e altre bugie